Alalunga

Alalunga

Alalunga, habitat, alimentazione, pesca ed esche.

L’alalunga (Thunnus alalunga) è un pesce osseo della famiglia Scombridae conosciuto anche come alalonga.

Descrizione in sintesi dell’alalunga.

È molto simile al tonno rosso con un corpo massiccio, fusiforme ma meno slanciata. La differenza più evidente sta nelle pinne pettorali molto lunghe che si prolungano quasi fino alla coda. La prima pinna dorsale ha quattordici raggi, la seconda tre duri e quattordici molli, la pinna ventrale tra uno e cinque, l’anale tre e dodici, la caudale quaranta e ogni pinna pettorale trentasette. Sono presenti sul peduncolo caudale otto paia di pinnule. Il colore blu scuro sul dorso e bianco su fianchi e ventre. Le pinnule sono scure e la pinna caudale ha un orlo chiaro. Infine può raggiunge un metro di lunghezza per 25 kg di peso, ma le dimensioni in genere sono inferiori circa la metà.

Brevemente l’habitat dell’alalunga.

L’alalonga è diffusa nel mar Mediterraneo e nelle acque calde di tutti gli oceani; sulle coste europee si incontra raramente più a nord del golfo di Guascogna. Nei mari italiani è comune, ma solo in certe località che possono variare di anno in anno. La sua presenza è particolarmente massiccia attorno alle isole Eolie ed è rara nel mar Adriatico.

L’alimentazione in breve dell’alalunga.

Caccia pesci pelagici come le sardine, acciughe,  alacce e i pesci volanti. Sicuramente è ghiotto di cefalopodi come calamari e seppie.

I metodi di pesca e come pescare in mare l’alalonga.

Si pesca sia dai professionisti con le reti da circuizione e reti da posta che dai pescatori sportivi a traina o drifting. Questa specie viene attratta spruzzando acqua a pioggia dietro la poppa della barca.

Alalunga

Brevemente l’esca e l’artificiale migliore per l’alalunga.

Sicuramente per la traina con le classiche piume con testina piombata regala belle catture, valide sempre per la traina anche esche naturali come il pesce azzurro o cefalopodi. Si pesca l’alalonga anche a drifting con sardine, acciughe e alacce.

Dove pescare in sintesi l’alalonga.

La si può trovare in tutto il mediterraneo e sopratutto lungo le acque calde della Sicilia e della Calabria con una presenza massiccia intorno alle isole Eolie e ama le acque profonde.

Periodo e mesi migliori in breve per la pesca dell’alalunga.

L’alalonga si avvicina alla costa nel periodo della riproduzione in estate ed autunno ed è questo il periodo che si può pescare con maggior successo.