barbo padano

barbo padano in sintesi descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esca.

Il barbo padano è un pesce d’acqua dolce appartenente alla famiglia dei Cyprinidae.

Descrizione in sintesi del barbo padano.

barbo italico o barbo padano

Il barbo in questione possiede una livrea dorsale che varia a seconda del tipo di fondale: principalmente può assumere colorazioni che virano tra il grigio-verde-marrone. Inoltre è caratterizzata da una fine punteggiatura grigio-nera. La livrea laterale vira generalmente sul marrone partendo dalla porzione dorsale del corpo ma si schiarisce giungendo verso la porzione ventrale dove assume una colorazione che vira sul bianco-perla. Come la porzione dorsale, anche le porzioni laterali possiedono fini punteggiature scure che gli permettono di mimetizzarsi adeguatamente con il fondale ghiaioso.

Come tutti gli altri barbi possiede un corpo allungato ed affusolato. L’apparato boccale è infero ed è costituito da diversi tessuti membranosi; costituito due paia di barbigli, rispettivamente al lato del labbro superiore e agli angoli della bocca da cui deriva il nome della specie.

Tranne casi eccezionali in cui può raggiungere i 60 cm di lunghezza ed i 4 kg di peso, le misure medie del pesce adulto sono di 30 cm di lunghezza e 2 kg di peso.

Brevemente l’habitat del barbo padano.

Diffuso nell’Italia settentrionale vive in ambienti con acque correnti, limpide e ben ossigenate. Inoltre ama il fondale ghiaioso roccioso. In seguito ad immissioni degli anni passati è ora presente anche in Italia centrale e meridionale.

L’alimentazione in breve del  barbo padano.

Si nutre di larve,lombrici,vermi,insetti e piccoli crostacei essendo prevalentemente carnivoro si nutre quindi a volte anche di piccoli pesci.

I metodi di pesca e come pescare il  barbo padano.

Sicuramente il metodo migliore e la pesca della passata con l esca molto vicino al fondo.

Brevemente l’esca migliore per il barbo padano.

Sicuramente sono da preferire le esche vive per l attacco più deciso a quest ultime come larve, gamberetti d acqua dolce e lombrichi ma non disdegna la pasta a base di formaggio.

Dove pescare in sintesi il barbo padano.

Preferisce andare in caccia nelle zone sassose o ghiaiose e con acque limpide a forte corrente e nelle zone accidentate sottoriva e quindi sono qui da insidiare

Brevemente periodo e mesi migliori per la pesca del barbo padano.

Sicuramente il periodo estivo con acque calde infatti basse temperature vive in uno stato di torpore, raggruppandosi in branco in qualche polla sorgiva o di buche. Preferisce in genere la luce alla penombra.

Precedente barbo italico o barbo padano Successivo Barbo italico