Cheppia

Cheppia in sintesi descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esca.

La Cheppia, è un pesce migratorio della famiglia dei Clupeidae.

Descrizione in sintesi della cheppia.

cheppiaIn breve l alosa ha una colorazione verde-azzurra sul dorso con una serie di macchie scure, ed argentata sui lati e sul ventre con profilo ventrale pungente. Inoltre una membrana trasparente di natura adiposa ricopre la parte anteriore e posteriore dell’occhio. Sicuramente il bordo inferiore del ventre è caratterizzato dalla presenze di dentelli prominenti ed acuminati. Infine gli esemplari più vecchi raggiungono i 60 cm di lunghezza per 1,5 kg di peso. È una specie longeva: la sua speranza di vita raggiunge i 25 anni.

Brevemente l’habitat della cheppia.

Questa specie è diffusa nel Mediterraneo occidentale, nel Mar Nero, nell’Atlantico orientale tra il Marocco e la Norvegia, in parte del Mare del Nord e nel Mar Baltico; nel periodo riproduttivo risale i corsi d’acqua dolce che sfociano in questi mari.  L’agone è una sottospecie di questo pesce adattata alla vita stanziale nei laghi. Molto importante è la popolazione presente nel famoso affluente del Po, il Taro

L’alimentazione in breve della cheppia.

Prevalentemente questo pesce ha un’alimentazione da predatore: si nutre di uova e avannotti, nonché di piccoli pesci, gamberi, crostacei, molluschi e anellidi.

I metodi di pesca e come pescare la cheppia.

Dopo l’abboccata è molto vigorosa e combattiva per questo è oggetto della pesca sportiva con la tecnica dello spinning e mosca ma anche pesca alla passata.

Brevemente l’esca migliore per la cheppia.

Sia esche artificiali sono molto valide per la pesca delle cheppie come i cucchiaini, mosche ma anche esche naturali come larve e lombrichi.

Dove pescare in sintesi la cheppia.

Non è importante sceglierei un tratto di fiume per questa pesca piuttosto che un altro ma la profondità in cui facciamo lavorare la nostra esca.  Una volta trovata la profondità giusta a cui far lavorare le nostre esche non è raro fare un pesce a lancio.

Brevemente periodo e mesi migliori per cheppia.

Ogni anno questo pesce risale dal mare per deporre le uova in acqua dolce, ed è questo il momento migliore per insidiarle. Sicuramente il periodo migliore va da aprile a fine giugno, ma molto dipende dalle precipitazioni e da i livelli dei fiumi.

 

Precedente Barbo italico Successivo sugarello o sauro