Cosa si pesca a ottobre in acqua dolce.

Cosa si pesca a ottobre

Cosa si pesca a ottobre in acque interne.

Cosa si pesca a ottobre nelle acque interne??? Ora che arrivano l’autunno……

Brevemente come e cosa pescare a Feeder in acque interne ad ottobre.

Cosa si pesca a ottobreOttobre è il periodo ideale per la pesca dei pesci di fondo come barbi, carpe, tinche, carassi e pesci gatto. Con la tecnica del feeder pasturiamo e con alcune accortezze possiamo avere abboccate una dietro l’altra.  Si utilizzano canne da fondo leggero o da feeder e mulinelli 2500-4000 imbobbinati con 0,16-0.20 e finali da un metro del diametro del 0.10-0.14 con ami dal 16-18.  Semplicemente si utilizza una montatura col finale legato a 10-20 cm sopra il pasturatore. Si innesca uno o due bigattini mentre la pasture deve essere a base di sfarinati o bigattini.

In breve come e cosa si pesca a ottobre a fondo.

Per chi non ama la frenesia di dover continuamente recuperare e riempire il pasturatore una buona alternativa è la pesca a fondo. La tecnica e molto simile alla pesca a fondo ma si utilizzano piombi al posto del pasturatore e come esca il lombrico. Con questa tecnica possiamo catturare soprattutto anguille, cavedani, carassi, ma anche pesci gatto e lucioperca.  Sono da evitare i momenti di  piena.

Brevemente Come si pesca a ottobre nei laghetti sportivi.

A ottobre con la chiusura della pesca alla trota si  inizia la pesca al laghetto sportivo. La pesca nei laghetti sportivi diventano una buona alternativa. In questo periodo la tecnica da adoperare è la pesca con bombarda e tremarella.

  • Cercando di lanciare la bombarda a meta laghetto possiamo trovare le trote che stazionano lontano da riva. In oltre utilizzando la bombarda ci permette di sondare diverse profondità.
  • Molto valida anche la tremarella sotto riva con piombi da 3-5 gr. Con terminali corti di circa 50-60 cm. Bisogna far lavorare la canna per dare alle camole il giusto movimento. Le camole del miele insieme a una pallina di polistirolo che faccia da pop up sono da preferire ad altre esche da innescare sull’amo.