I dolcificanti delle granaglie per il carp fishing

I dolcificanti per il carp fishing

I dolcificanti delle granaglie per il carp fishing e le carpe.

I dolcificanti per il carp fishing possono essere utilizzati durante la cottura delle granaglie per addolcite e aumentare il potere attrattivo. Sicuramente l’addolcimento può aumentare il potere attrattivo di queste esca, per ottenere un buon risultato pero bisogna conoscere è aggiungere il giusto dolcificante per ogni tipo di granaglia.

I dolcificanti utilizzati per aromatizzare a addolcire mix granaglie e pasture.

ACESULFAME K

Tra i I dolcificanti per il carp fishing l’Acesulfame k è un prodotto molto utilizzato con aspetto di polvere cristallina bianca. Non ha alcun odore caratteristico ed è estremamente solubile in acqua. Non sembrerebbe avere una data di scadenza, non si decompone, per lo meno non in tempi brevi. Il gusto è senz’altro dolce di questo dolcificante, ma ci sono diverse tipologie di dolcezza e il retrogusto dei dolcificanti può cambiare di caso in caso. Il dolce che si avverte col acesulfame k è immediato, arriva alle nostre papille gustative molto prima di altri dolci apportati da prodotti differenti.

La dolcezza dell’acesulfame k non è però persistente e non copre e non supera il gusto del cibo che viene dolcificato, quindi non è di disturbo. Questo dolcificante è circa 200 volte più dolce del saccarosio, ma ha un contenuto calorico nullo poiché non viene metabolizzato dall’organismo.

ASPARTAME

L’aspartame è un edulcorante, dolcificante ed esaltatore di sapidità artificiale. È composto da due amminoacidi, l’acido aspartico e la fenilalanina. Utilizzato come un additivo alimentare autorizzato a livello europeo e classificato col numero E951. Pur avendo la stessa quantità di calorie del saccarosio in base al peso ma il suo potere dolcificante è circa 200 volte maggiore. Per questo motivo ne sono sufficienti piccole quantità per dolcificare cibi e bevande. L’aspartame si è progressivamente imposto come il dolcificante artificiale più diffuso al mondo, con una produzione annua dell’ordine delle decine di migliaia di tonnellate, per questo il prezzo è piuttosto basso.

 

CICLAMATO

ciclamato ha un potere dolcificante da 30 a 50 volte superiore al saccarosio,  è chiamato anche ciclammato di origine artificiale e scoperto per caso. Il suo elevato potere edulcorante viene spesso usato in associazione alla saccarina.  Viene metabolizzato dal fegato ed escreto con le urine, si ritrova spesso nelle bevande analcoliche, in confetto e in gomme da masticare.

 

DESTROSIO

Destrosio è uno zucchero semplice, conosciuto anche come glucosio, rientra nella famiglia degli zuccheri. Fa parte dei carboidrati, insieme al fruttosio, al saccarosio, al galattosio, al lattosio e al maltosio. È lo zucchero più comune e lo ritroviamo nella frutta, nel miele e anche in alcuni vegetali. Quando parliamo di destrosio facciamo riferimento a un zucchero semplice facilmente assimilabile dall’organismo.

 

FRUTTOSIO

Il fruttosio è uno zucchero semplice, che si trova in natura principalmente nella frutta. Si presenta solido o in soluzione acquosa, nella maggior parte dei frutti zuccherini e dei loro relativi succhi. Presente anche nel miele, e in percentuale più bassa, in diversi vegetali, ad esempio la bieta da zucchero o la canna da zucchero. Lo si trova un po ovunque dalle bevande ai biscotti alle merendine ecc. il suo potere dolcificante e circa 10 volte lo zucchero ma dal canto suo non teme troppo le basse temperature una volta che si scinde con l’acqua non cristallizza. Quindi ideale per aromatizzare le granaglie con acque fredde nel periodo invernale.

 

GLUCOSIO

Il glucosio fonte alimentare di tutti gli esseri viventi,  principalmente estratto dallo zucchero. La parola glucosio in molti l’associano a dolcissimo ma al contrario non lo è e la sua proprietà dolcificante e scarsissima rispetto ad altri dolcificanti. le sue molecole sono assorbite molto velocemente dall’organismo suo malgrado poco scindibile se non a temperature abbastanza alte. Il glucosio non apporta grossi miglioramenti nelle granaglie pasture per le carpe.

 

I dolcificanti per il carp fishingMALTOSIO

Il malto si presenta come uno sciroppo di colore scuro e viene estratto dai cereali germinati. Il più usato è il malto d’orzo, tuttavia si può trovare in commercio anche il malto di riso. Oltre che un dolcificante, il malto è un prodotto ricco di vitamine e sali minerali. Il maltosio ha anche effetto digestivo, essendo ricco di enzimi utili soprattutto per la digestione di pasti a base di farinacei.

 

MELASSA

la melassa ha notevoli proprietà sia gustative che nutrizionali. La melassa non ghiaccia e i suoi fermenti sono sempre attivi arricchiscono la nostra esca in termini di minerali e vitamine funge anche da ottimo attrattore sopratutto d’inverno. Le sue proprietà ne fanno un dolcificante ottimo in tutte le situazioni e mix sia dolci che di pesce.

 

MIELE

Il miele è un dolcificante naturale dalle mille proprietà. Fin dall’antichità è usato, non solo come dolcificante, ma anche come conservante naturale e come farmaco, anche per uso estetico. Il miele oltre a dolcificare i nostri mix contiene una varietà di sostanze che ne aumentano il potere attrattivo come, enzimi, vitamine, sali minerali, sostanze aromatiche. Tra gli enzimi ricordiamo quelli digestivi che non guastano mai.

 

NEOASPERIDINA DIDROCALCONE

La neoesperidina DC presenta caratteristiche di riduzione del sapore amaro, ma ad alte concentrazioni presenta una dolcezza associata ad un retrogusto al mentolo, o alla liquirizia.  L’apporto edulcorante e’ da 1000 a 1800 volte il valore del saccarosio è estratto dalla buccia del’arancia.

 

SACCAROSIO

Il saccarosio è il più importante e conosciuto tra i dolcificanti sintetici. Conosciuto da pochi ed elencato in molte etichette anche come sicosina, sicosio o sucrina. Non è metabolizzata ed è espulso nell’urina. Il suo potere edulcorante è 400-500 volte maggiore rispetto a quello del zucchero.