Innescare calamari e seppie

Innescare calamari e seppie.

Innescare calamari e seppie è un sistema antico quanto la pesca stessa, sia dalla barca che da riva.

Calamari e seppie interi innescati per i predatori.

 innescare calamari e seppieCalamari e seppie si possono innescare interi, se di piccola e media dimensioni alla ricerca dei predatori come pesci serra, ricciole, leccie amia e spigola.

Si innescano con l’aiuto di un ago da bigi facendo passare sotto il mantello il finale. Il finale è Composto da due ami di tipo beack del 3/0 0/5. Gli ami legati a una girella da due spezzoni di cavo d’acciaio della lunghezza del mantello. Dall’altro occhiello della girella il finale possibilmente il florocarbon. Si imbottisce il calamaro o la seppia sotto il mantello con della schiuma pop up o polistirolo. In questo modo si alzano dal fondo. Bisogna irrobustire il tutto con del filo elastico. Utilizzando come montatura uno short rovesciato, la nostra esca facilmente si muove con la minima corrente cosi da sembrare vivo e si dimostra molto appetitoso ai predatori.

 Innescare calamari e seppie di notte con una starlight sotto il mantello può essere molto indicato da scogliere o nelle vicinanze, anche cernie, gronghi e dentici sono molto attirati da questo innesco.

Come innescare calamari e seppie a filetto.

innescare calamari e seppie a filetti utilizzando il mantello o utilizzando i tentacoli su ami tipo Aberdeen (dal numero 2 al 6), si possono realizzare inneschi a coda di rondine,innesco a fisarmonica e innesco del tentacolo.

L’innesco a coda di rondine.

L’innesco a coda di rondine è un boccone molto apprezzato dalle spigole che sono incuriosite dai due peduncoli che si muovono facilmente alla minima corrente.

 

 

Come innesco a fisarmonica calamari e seppie.

 

L’innesco a fisarmonica molto valido per la pesca al sarago grazie al suo potere attrattivo muovendosi e ruotando con la corrente,per questo bisogna utilizzare finali grossi e corti del diametro 0,30 in su e che non superano i 50 cm.Anche in fase di recupero dobbiamo farlo molto lentamente per evitare i grovigli.

 

Come innescare i tentacoli di calamari e seppie.

L’innesco dei tentacoli o piccoli filetti irrobustiti con qualche giro di filo elastico è molto semplice come un comune anellide senza pero utilizzare l’ago.L’innesco cosi realizzato è molto resistente sia in fase di lancio che nelle turbolenze,in più è molto selettivo vista la sua resistenza ai piccoli pesci  .

Di facile reperibilità in tutte le pescherie e di altrettanta facilita per la lunga conservazione visto che congelato perde poco del suo potere attrattivo.

Precedente Periodo migliore per pescare i calamari Successivo Periodo migliore per pescare le occhiate