Koreano

Koreano

Koreano.

Il  Koreano è un’esca tra più vendute in Italia per la pesca in mare. Molto valido per il costo basso e le numerose tecniche di pesca per cui si può adopera.

KoreanoDi colore verde scuro sul dorso e rossastro sul ventre. Dotato di setole laterali che ne facilitano i movimenti, sebbene sia utilizzato come innesco in mare, la sua raccolta avviene nelle risaie della corea da dove prende il nome. I vermi quando sono freschi devono presentarsi turgidi al tatto con un buona movenza. Il loro potere attrattivo e dato dal fatto che si muovono in acqua. Per questa caratteristica è conosciuto anche con il nome di saltarello, che riesce a mantenere per un discreto tempo anche una volta innescato.

Il Koreano è un’esca apprezzata da diverse specie di pesci, grufolatori, predatori e pelagici, come mormore,tracine,pesci pettine,saraghi,donzelle,aguglia,spigole,leccie stella,sugarelli,pagelli,occhiate e orate.L’innesco varia in base alla tecnica di pesca utilizzata ma sempre cercando di mantenerlo in vita.

Il Koreano per il a bolognese inglese e canna fissa.

 Il Koreano a bolognese come all’inglese o canna fissa si innesca appuntandolo sulla bocca estroflettibile con ami di dimensioni minime. Innesco che simula una piccola ceca avannotto dell’anguilla rivolto soprattutto alla spigola. Non disdegnato da altri pesci come i saraghi, le orate e i sugarelli, per pesci minori può essere utilizzato anche a pezzetti.

Il Koreano per il beach ledgering.

 Il Koreano a beach ledgering e per la pesca a fondo si innesca trapassandolo qualche millimetro dopo la testa, facendolo scorrere sull’amo fino alla copertura dello stesso e lasciando la coda libera di muoversi. Questo innesco teme i laci forzati ma garantisce un’ottima mobilità. Il terminale può essere corredato di flotterino per la pesca dei pesci di galla. Non resistono a ciò aguglie, lecce stella, boghe, sugarelli, menole. E da preferire un amo di tipo crystal di misura al n.8-12. Per lanci forzati, può essere innescato con l’ago a partire dalla coda. Facendo fuoriuscire la punta dell’amo un centimetro prima della testa, lasciando questa libera di muoversi. Igrufolatori e predatori che cadono in tentazione più spesso sono mormore, orate, tracine, pagelli, triglie, pesci pettine. Amo crystal o leggero aberdeen.

Il Koreano per il surf casting.

Il Koreano a surf casting si innesca  con l’utilizzo dell’ago, inserito sull’ago completamente, lo si trasferisce sull’amo a partire dalla coda. Naturalmente la vitalità del verme è compromessa, ma la durezza del testa del verme consente una più salda presa sull’amo. Saranno le correnti che agendo sulla coda del verme lo renderanno invitante. L’innesco cosi dedicato alla spigola, anche se spesso è il sarago a rimanere allamato sul nostro aberdeen.

Bombarda e Koreano.

Bombarda – per questa tecnica utilizzando l’ago per innesco il verme intero copre l’amo e parte del terminale innescandolo partendo dalla testa lasciando la coda libera per qualche centimetro. Utilizzando ami tipo mustad 52002c che sono un pò piegati si da una rotazione alla nostra esca durante il recupero. Le nostre prede possono essere molteplici,infatti dal tipo di bombarda utilizzata possiamo insidiare pesci di galla, di fondo o mezz’acqua. Questa tecnica si dimostra molto divertente utilizzando canne molto leggere come quelle da tremarelle.

 Temperatura per conservare il Koreano. 

Si conserva ad una temperatura tra i 10 e 14 gradi,nel caso in cui l’umidità presente nella scatola si sia ridotta, deve essere ripristinata nebulizzando acqua dolce senza cloro.