Pastura al gambero per occhiate cefali  saraghi orate occhiate mormore

pastura al gambero

Pastura al gambero per occhiate cefali  saraghi orate occhiate mormore.

 Ingredienti per la pastura al gambero per occhiate cefali  saraghi orate occhiate mormore.

pastura al gambero

  • 1 kg di panini anche duri o pane raffermo.
  • 500 gr di  gamberi sgusciati.
  • 4 6 fette  di pan-carré.
  • pane grattugiato quanto basta
  • gusci dei gamberi (conservati a parte)

Preparazione:

  1. I panini o il pane deve essere messo a mollo in acqua per qualche minuto.
  2. Passati due tre minuti strizziamo i panini o il pane per bene e lo mettiamo in un contenitore abbastanza capiente.
  3. Riduciamo in poltiglia i gamberi sgusciati lasciandone una piccola quantità che va fatta a pezzettini.
  4. Aggiungiamo la poltiglia di gamberi sgusciati al pane e iniziamo a mescolare il tutto.
  5. A questo punto avremo ottenuto una sorta di poltiglia che da questo momento va ben lavorata, con le mani.
  6. Aggiungendo pane grattugiato e pan-carré continuando a lavorare la pasta, fino ad ottenere una pasta gommosa. (Questa e’ la fase più’ delicata perché’ se la pastura e’ troppo umida tenderà’ ad aggallare non aprendosi e non sfaldandosi, se e’ troppo asciutta rischieremo che durante il lancio o a contatto con l’acqua si sfaldi in aria o in superficie  ed essere portata via facilmente dalla corrente.
  7. Ora bisogna dividere la parte di pastura che inneschiamo, con quella che usiamo per pasturare.
  8. Alla prima aggiungiamo i gamberi fatti a pezzettini.
  9. Alla seconda le teste e gusci messi da parte.

conservare la pastura al gambero.

La pasta così ottenuta può essere conservata per qualche giorno in una busta di plastica o in un contenitore ben chiuso in frigo. Per una lunga conservazione può essere congelata. Una volta scongelata del tutto va mescolata di nuovo fino a raggiungere di nuovo lo stato gommoso.(in alcuni casi si deve aggiungere di nuovo del pan-carré).

Pastura molto valida per pasturare nelle tecniche di pesca all’inglese e bolognese da scogliere e porti; con queste tecniche si può utilizzare la stessa come esca cercando di innescare un pezzo di gambero sul un’amo e coprendolo di pastura. A Fondo può essere innescata sulla mazzetta.

IDEALE: per la pesca di occhiate a volte regala anche belle catture di saraghi,cefali,orate e spigole con le diverse tecniche.