Pesce serra

PESCE SERRA,descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esche.

Il pesce serra (Pomatomus saltatrix) è un pesce di mare. È l’unico appartenente alla famiglia Pomatomidae.

Descrizione in sintesi del pesce serra.

Apparentemente simile ai carangidi del Genere Seriola, se ne Pesce serradistingue per la bocca armata di forti mascelle dotate di denti. Mentre  denti del serra sono triangolari molto robusti e taglienti come rasoi. Le squame sono molto piccole. Il colore è grigio argenteo sul dorso mentre è più chiaro su fianchi e ventre. Le pinne del serra sono di colore olivaceo ed è presente una macchia nera alla base della pinna pettorale.

Raggiunge più di un metro di lunghezza per oltre 10 kg di peso.

Brevemente l’habitat del pesce serra.

È una specie cosmopolita in acque tropicali e subtropicali. È comune nei mari d’Italia e nel resto del mar Mediterraneo. La sua abbondanza varia di anno in anno, in alcuni periodi è comunissimo per poi sparire per interi anni. È un migratore, in inverno si sposta in acque più calde.

È un tipico pesce pelagico. Il serra d’estate si avvicina alle coste ed essendo eurialino, penetra nelle foci dei fiumi per cacciare i cefali.

L’alimentazione in breve del pesce serra.

Questa specie rappresenta il paradigma del predatore, infatti si nutre esclusivamente di altri pesci e di cefalopodi. Le sue prede preferite sono certamente i cefali  per cacciarli non esita a penetrare per chilometri nelle foci dei fiumi. È voracissimo, quando un branco di questi pesci è in caccia si lascia dietro una scia di pesci morti.

I metodi di pesca e come pescare in mare il pesce serra.

La pesca al pesce serra è praticata sopratutto dagli sportivi da riva. Si possono pescare con diverse tecniche spinning, surf casting, pesca col vivo in teleferica o col palloncino. Il pesce serra sta diventando un predatore che frequenta le nostre coste quasi tutto l’anno. Il periodo migliore resta il periodo estivo nei mesi Giugno, Luglio, Agosto,Settembre. Lo troviamo con maggiore frequenza nelle vicinanze di foci. Durante i mesi più freddi dell’anno stazionano vicino le fonti di acqua calda. (Come centrali elettriche o di industrie che scaricano in mare).

Brevemente l’esca e l’artificiale migliore per il pesce serra.

Cucchiaino rotante,cucchiaino ondulante,popper,Skpping Lures,walching the dog (WTD) sono certamente le esche artificiali più redditizie per il serra. Quasi tutti i pesci vivi sono buone esche per il serra utilizzate come vivo per la teleferica o la pesca col palloncino, ma il cefalo, sugarello, miro, occhiata, leccia stella e aguglia risultano le migliori. Al contrario in mancanza di pesci vivi i serra si possono insidiare con sarda, spigola e cefalo innescati in base alle dimensioni, interi o a tranci( le cosi dette polpette).

Dove pescare in sintesi il pesce serra.

Gli spot migliori sono certamente le spiagge profonde, scogliere porti  e frangiflutti artificiali.

Periodo e mesi migliori in breve per la pesca al pesce serra.

Mentre sta diventando un predatore stanziale sopratutto sulle coste del sud Italia. Sicuramente i mesi migliori per pescare i pesci serra restano Giugno,luglio, agosto e settembre.

Infine nome dialettale del pesce serra.

  • Abruzzo: Pesce serre;
  • Liguria: Limùn;
  • Sicilia: Pisci serra; pisci schiavu, rasania, serra;
  • Toscana: Limone;
  • Veneto: Pesce bianco.
Precedente pescare a Falerna e in che periodo con le diverse tecniche Successivo Lampuga o capone